Generazione di un grafico "Waterfall" in automatico


Introdotti dai consulenti di McKinsey, il grafico a "Waterfall" (cascata in inglese) è quel tipo di grafico che permette di mettere in evidenza gli step (logici o temporali) che portano una certa grandezza da uno stato "iniziale" a uno stato "finale".

 

Ecco un esempio di un grafico Waterfall:

 

 

il grafico rappresenta la l'evoluzione di una grandezza a fasi successive. 

Ad esempio: la grandezza sotto esame si trova attualmente a livello 100, tanto per fissare le idee pensiamo al fatturato di una azienda nell'anno 2005. Le previsioni di vendita, gli interventi alla produzione che migliorano il prodotto, l'apertura di un nuovo mercato, l'entrata di un concorrente modificano le aspettative di ricavo che si fissano per l'anno successivo a 185. Il punto è: come rappresentare i vari contributi, come essi si compongono per raggiungere il valore finale di 185? Il grafico Excel a Waterfall mostra che le previsioni di vendita per l'anno successivo (Step1) contribuiscono per 44, il miglioramento della qualità (Step2) per 30, l'espansione su un nuovo mercato (Step3) per 133, l'entrata di un nuovo concorrente (Step4) per -55, l'erosione da un prodotto sostitutivo (Step5) per -100, la reazione al nuovo concorrente e al prodotto sostitutivo permette di recuperare 33. Tutto ciò contribuisce a raggiungere il valore di 185.

Insomma il grafico waterfall di Excel permette di separare i contributi che generano il risultato finale.

 

Questi grafici non sono disponibili in modo standard su Excel, è necessario comporli utilizzando i grafici standard.E' possibile farlo a mano, da questa pagina potete scaricare il file excel che contiene una macro per generare in automatico tali grafici.

 

Uso del file:

Troverete una riga di numeri in Blu: Questi numeri sono quelli che genereranno il grafico. Potete anche cambiare le parole "Inizio" etc. Sotto ogni numero troverete una cella con i caratteri "xxx". Formattate testo e sfondo di questa cella come volete, la corrispondente barra del grafico sarà formattata allo stesso modo.

Sotto il bottone troverete un valore "GapWidth": questo valore modifica lo spazio tra le varie barre del grafico, modificatelo a vostro piacimento tra 0 e 100.

Fatto questo premete il bottone e un grafico nuovo di zecca verrà creato sulla pagina. Potete quindi cancellare i grafici che non vi interessano più.

 

ATTENZIONE: NON CANCELLATE ASSOLUTAMENTE LE COLONNE DEL FILE PRIMA DI GENERARE IL GRAFICO! Se avete bisogno di meno di 6 colonne prima compilate tutte le celle, lasciando a zero qualcuna di esse, formattate le colonne invece trascurando il fatto che ci saranno delle colonne vuote. Se eliminate una colonna formattate solo le prime 7 celle trascurando l'ultima, tenendo conto del fatto che l'ultima cella sarà quella del finale, create il grafico che avrà a questo punto dei "buchi" nel grafico e non sarà formattato nel modo corretto, a questo punto cancellate le colonne in eccesso. Mentre il grafico si adatta come valori immediatamente alle colonne in meno, le formattazioni non lo fanno ma, avendo già formattato le colonne tenendo conto del numero ridotto di colonne ora le formattazioni sono corrette. A questo punto la macro è inutilizzabile.

Una volta creato il grafico come più vi piace potrete copiarlo e incollarlo con le solite funzionalità di Excel.

 

ATTENZIONE: una volta generato il grafico, sarà possibile modificare i valori inseriti a patto di NON CAMBIARE IL SEGNO DEI NUMERI. Se cambiate il segno (ad esempio "Step1" valeva 20 e ora passa a -10, è necessario rigenerare il grafico in quanto le barre non sono più corrette.

 

Waterfall a due contributi:

Nello stesso file troverete un secondo foglio che permette di costruire dei waterfall che invece di avere, per ogni colonna un contributo, ne ha duo uno sopra all'altro.

Se non inserite tutti i numeri, ma lasciate delle celle vuote, alcuni dei contributi saranno costituiti da una barra sola invece che da due come nel grafico:

 

 

Nota: ci sono alcune righe "di servizio" che non devono essere cancellate. Esse si trovano immediatamente sotto le celle di formattazione. Per estetica sono state "nascoste" usando il colore bianco. 


Licenza Creative Commons

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Scarica il File di Esempio


iscriviti cancellati



Commenti a questa pagina:   Inviate una mail